mercoledì 21 novembre 2007

un parcheggio multipiano in piazza Salvo D'Acquisto

Nel Programma Pluriennale delle Opere Pubbliche 2008/2010 viene riportato un “parcheggio in Piazza Salvo d’Acquisto” per un importo complessivo di 2.500.000,00 €. Si tratta presumibilmente di un parcheggio fuori terra a più piani, un'opera di notevole impatto sia estetico sia sul traffico.

L'opposizione, in una mozione che verrà discussa nel prossimo consiglio, sottolinea che si sta ancora pagando il mutuo della pavimentazione e che nell'ambito dei lavori della ex torcitura ci saranno già 400 nuovi posti nelle vicinanze dell'ospedale. Un'opera così rilevante dovrebbe essere discussa pubblicamente, la mozione chiede di sottoporre alla Commissione Urbanistica Comunale il progetto di fattibilità del posteggio e di indire una pubblica assemblea di cittadini residenti in zona, per un utile e costruttivo confronto con i medesimi.

19 commenti:

Claudia ha detto...

Nooo!! Il piazzale è così bello, circondato dagli alberi. E poi se sarà a pagamento rimarrà mezzo vuoto! Al momento è sempre strapieno proprio perchè libero, altrimenti le cose starebbero diversamente. Prima di costruire un altro parcheggio a pagamento vicino al centro bisognerebbe almeno aspettare che quello della stazione fosse usato al massimo delle sue possibilità :-( lotta all'ultimo sangue!!!! serve una petizione tra i residenti?

Anonimo ha detto...

si, gli alberi ci sono ma peccato per i vialetti in massetti autoblaccanti che soffocano le radici. Poi sono anche sollevati. troppi autobloccanti.
Poi hanno pensato al traffico già congestionato? Un parcheggio aumenta il traffico.
Al park alla stazione vedo in media 4 o 5 macchine su 100 posti disponibili.

Anonimo ha detto...

caro beppe, la tesi che il parcheggio della stazione sia già oggi ben sfruttato ed utilizzato non trova grandi consensi...
L'ammiratore di vecchia data di gotto

Giuseppe Volta ha detto...

Io penso che il parcheggio alla stazione sia utile perchè
1 - è vicino al centro
2 - è vicono alla stazione (e quindi serve a chi usa il treno)

Tempo fa ho scritto (ed è vero) di averlo visto pieno un venerdì mattina. Negli altri giorni è meno usato e da quando è a pagamento l'uso logicamente si è ridotto, quando mi è capitato di passarci ho visto 10-15 auto. Al venerdì immagino che sia più pieno.

Credo che nel tempo l'uso aumenterà, inoltre, se si vorrà chiudere il centro storico, avere quei 100 posti vicino al centro sarà importante.

Non ha senso valutare l'opportunità di un opera dall'uso nei primi 3-4 mesi.

Ma tu, amico "ammiratore" cosa ne pensi del parcheggio? non era necessario? era meglio farne uno da 20 posti così oggi potremmo dire che è quasi pieno?

Anonimo ha detto...

Caro beppe, chiarisco che non vi era alcun intento polemico: come sai sono stato sempre favorevole al parcheggio della stazione, senza se e senza ma, quindi sono contento che ci sia punto e basta. Tuttavia, e mi dispiace, io e te siamo oggi in minoranza, poiché molti borgomaneresi non hanno neanche per il cervello di usarlo: di solito per ragioni assolutamente irrazionali (è pericoloso, è costoso, ci sono gli zingari che rubano i bambini etc.) oppure per semplice disabitudine. (ovvio che sono gli stessi che quando vanno a Novara o Milano non si fanno la benchè minima menata a parcheggiare negli autosilo).
Sono anch’io convinto che «Non ha senso valutare l'opportunità di un opera dall'uso nei primi 3-4 mesi» (che sarebbero anche di più, a dire il vero). Anzi credo che col passare del tempo (forse anni) si mostrerà evidente che l’idea di farlo è stata più che buona.
Tutto ciò premesso, nel frattempo, però, la nuova Giunta propone un bel parcheggio in Piazza D’Acquisto ed è facile prevedere che uno degli argomenti per realizzarlo sarà: il parcheggio della stazione è stato un aborto, non va bene e quindi ne serve un altro che questa volta sia fatto ‘fuori terra’. Argomento irrazionale anch’esso e quindi di sicuro successo. La cosa non mi garba per nulla poiché non sono affatto favorevole (almeno per quanto ne so oggi) a questo nuovo baraccone in cemento armato (prevedibilmente) a bella vista (prendo per buono quello che in merito riporta L’Informatore di qualche tempo fa ed escludo l’ipotesi che si intenda fare un parcheggio sotterraneo di fianco all’Agogna). Non mi resta che sperare che si sia trattato di una boutade della nuova Giunta e che i soldi per farlo non si trovino mai … e di già che ci sono spero anche che qualcuno metta un pistolero cacciatore di drogati e zingari 24 ore al giorno dentro il parcheggio sotterraneo.
Nel frattempo, però, diciamoci (sommessamente e tra noi) che oltre ad avere buone idee bisogna anche farle apprezzare agli altri. La cosa, infatti, almeno nel breve periodo, non è automatica.
L'ammiratore di vecchia data di gotto

Giuseppe Volta ha detto...

sono completamente d'accordo con quello che scrive l'ammiratore (a parte il pistolero sotterraneo).

opere ha detto...

Sarebbe semplicemente un orrore. Cominciamo a riempire il parcheggio della stazione, la distanza dal centro è la stessa. Avete presente quanti (orribili) palazzoni da 5-7 piani sono in costruzione a Borgo? Fatevi un giro in via Ceredo.
Negli ultimi anni sono stati fatti degli scempi a livelllo urbanistico. La circonvallazione di Borgomanero è sopraelevata ,non si poteva proprio farla incassata , o almeno un po' nascosta? A novara hanno fatto così e la provincia è la stessa. Avete visto il tratto in costruzione? è anche peggio. Sulla strada per maggiate non si poteva fare una rotonda come sulla strada per Arona? c'è uno svincolo con cartelli poco chiari: per andare a Novara bisogna andare a Borgomanero, ma se arrivo da Borgomanero?

kontiky ha detto...

cari amici, mi viene da ragionare ...
Vorrei ricordare che l'area della quale si parla è posta su di una falda acquifera con aggiunta di infiltrazioni provenienti dall'agogna che già ha creato enormi problemi durante l'ampliamento della stazione dei carabinieri...vi ricordate quanti mesi rimasero bloccati i lavori per le infiltrazioni? Ricordate i lavori aggiuntivi di protezione delle fondamenta che si fecero?
Passiamo oltre.
Un parcheggio dovrebbe essere facilmente raggiungibile: avete presente le strade di accesso alla piazza? Sono strette e già ora insufficienti a reggere il traffico di accesso al centro:le avete mai attraversate al mattino?
Con un futuro parcheggio cosa succederebbe? Spianiamo l'asilo? espropriamo la cucina/bagno/tinello/box di ville e palazzi che si affacciano su via F.lli Maioni?
E 'impatto ambientale che avrebbe un casermone di 2 o 3 piani?
Firmato
chi,in quella piazza si divertì a giocare a pallone nel secolo scorso

Anonimo ha detto...

Benissimo, visto che nell'area della ex torcitura ci saranno 400 posti...beh allora, a tutti quelli che sono contrari al parcheggio in Salvo d'Acquisto, dico che se devono andare in centro a Borgomanero a fare compere, che vadano a parcheggiare là a casa di Dio e poi mi raccontino se quell'area di parcheggi è così tanto comoda come decantano!!

Anonimo ha detto...

Fatto salvo l'esigenza di parcheggi da un lato e la necessità di razionalizzare gli aspetti finanziari - logistici che essi comportano per la collettività, qualcuno mi sa spiegare perchè l'area del FORO BOARIO non possa essere utilizzata a tal proposito?
Con pochi accorgimenti si ricaverebbero diversi posti auto in prossimità del centro ad un costo unitario bassissimo

Anonimo ha detto...

Se sapessi il dialetto borgomanerese (...e ho poco tempo per impararlo se staccano la spina al periodico "Burbanelli") direi in dialetto che è tutto collegato: Il PAI, l'Agogna, le infiltrazioni all'edificio dei Carabinieri, le infiltrazioni al parcheggio della stazione (...ricordate?, fu tolto un piano per non trovarselo a bagno...), il parcheggio in piazza salvo d'acquisto che sarà fuori terra per via della falda..., l'ampliamento del cimitero che fu complicato da una falda, e chissà quanti altri casi simili sono successi.
Ricordo anche che si è tranquillamente autorizzata la trasformazione edilizia dell'ex torcitura con un parcheggio di due piani interrati a fianco della Roggia grua ... in una zona dove anni addietro l'acqua zampillava nelle cantine.

Molte questioni urbanistiche hanno a che fare con l'agogna o i suoi effetti (falda) o con il reticolo idrografico. Quando ero piccolo ricordo ancora i lavatoi sulle rive dell'agogna; poi venne la modernità e si creò una barriera fisica tra città e fiume che è diventata barriera mentale, poichè si pensa che noi siamo "di qui" o "su" ed il fiume "è di la" o "giù", confinato nel suo recinto di argini, fasce PAI, fasce B di progetto, studi idraulici, ecc ecc.

Ma non è così.
Che l'Agogna e le rogge siano parte della storia del borgo possono ricordarcelo meglio di me gli storici locali.
Siamo noi che lo abbiamo dimenticato e così facciamo un palazzo, un parcheggio e un supermercato coprendo in parte una roggia, poi ci lamentiamo delle infiltrazioni... o delle alluvioni.

Torniamo alla questione parcheggio in piazza salvo d'acquisto. Anni fa vidi un parcheggio ospedaliero raddoppiato con una leggera struttura metallica appoggiato al piano preesistente! (Aosta)
Mi chiedo: possibile che chi ci governa non sia in grado di soddisfare le diverse esigenze?
Ci vuole proprio un parcheggio in piazza salvo d'acquisto? facciamo un concorso di idee. Un possibile progetto potrebbe essere del tipo: a) abbassare un metro il piano attuale e recuperare gli autobloccanti di cui si paga ancora il mutuo b) realizzare un impalcato (smontabile e riciclabile) in travi di ferro) c) aumentare il verde con una fila di alberi in più. Ci guadagnano tutti o no?

Anonimo ha detto...

A proposito del Foro Boario. Meglio di me qualche architetto potrebbe spiegarci la sua importanza architettonica e con un viaggio su google earth si potrebbe ragionare sulla distribuzione spaziale delle aree verdi / corridoi verdi ancora presenti a Borgomanero.
Infatti Parco Marazza - area Foro Boario - golena sinistra dell'agogna a San Marco formano un bel polmone verde. A sud poi s'incunea l'area del Ponte Torrione...

Anonimo ha detto...

Chi segue radio due, caterpillar, (http://www.radio.rai.it/) non si sarà lasciato scappare la notizia inerente le abitudini "motorie" degli italiani presentata come aliquota percentuale di gente che va a piedi in funzione della distanza.
La notizia sconvolgente era che se la distanza da percorrere supera i 1000 metri la percentuale di persone disposte ad andare a piedi scende drasticamente.
Questa "abitudine sociale" non può che avere rilevanti effetti sulla questione parcheggi. Infatti la distanza della "madonnina" dalla ex torcitura è circa 1050 metri, percorribili in 5 minuti, ma è considerata " a casa di Dio " mentre piazza salvo d'acquisto dista dalla madonnina solo 500 metri.
E' la metà ma la "percezione" della distanza cambia radicalmente

Giuseppe Volta ha detto...

Mi fa piacere che ci sia dibattito su questo punto e mi sembra che stiano uscendo molti spunti e considerazioni interessanti. La vivacità del dibattito nella piccola comunità del blog conferma che l'assemblea pubblica proposta con la mozione è assolutamente necessaria.

Giuseppe Volta ha detto...

Piazza Salvo d'acquisto ha una posizione vicina all'ospedale e vicina al centro quindi sicuramente preziosa. Però la prossima realizzazione del parcheggio nell'area della ex torcitura può soddisfare le esigenze della zona ospedale, mentre per il centro c'è la disponibilità del parcheggio alla stazione che non è ancora sfruttato. Altri posti potrebbero essere rcuperati in piazza Matteotti. La zona sud è quella dove invece è oggettivamente più diffcile recuperare spazi.

Le considerazioni sul fatto che molti vogliano il parcheggio a pochi metri e considerino inaccettabile fare 5 o 10 minuti a piedi sono verissime. Credo siano anche condivise da molti amministratori locali sia di destra che di sinistra, ma ci vorrà tempo per superare questo atteggiamento.

Giuseppe Volta ha detto...

Per quanto riguarda l'area del foro Boario ricordo che l'assessore Vullo aveva in programma di riordinare i parcheggi lungo viale Libertà: marcando gli spazi di parcheggio si può ottenere un uso più razionale dello spazio e si recuperano diversi posti (come è già accaduto in piazza salvo d'acquisto). Evidentemente non ha fatto in tempo a completare questo progetto. L'area interna è già usata come parcheggio anche se forse in modo discontinuo (al venerdì è piuttosto sfruttata). Credo che invece interventi di pavimentazione o copertura siano esclusi perchè prima o poi in quella zona dovrebbe essere costruito il sottopasso ed eventuali opere "pesanti" andrebbero sprecate.

Claudia ha detto...

Bravi bravi continuate a discutere! Io ho imparato ad andare a bicicletta in piazza salvo d'acquisto - mentre anonimo giocava a pallone? :-) quando dico che il parcheggio alla stazione non è sfruttato per niente non intendo dire che è inutile. Solamente che non ha senso fare UN'ALTRO parcheggio a pagamento quando l'unico che c'è vicino al centro è quasi sempre vuoto. E la questione secondo me non è sotto o sopra terra (che differenza fa se ti arrampichi su per un casermone in cemento??) ma libero o a pagamento. Tanta gente ancora non è disposta a pagare per parcheggiare a Borgo. Sulle strisce blu "rischia" e non mette il biglietto, ma in un parcheggio con sbarra non si può; ergo non ci si va! ;-)

Ridicoli! ha detto...

Perchè non è stata presa in esame la Petizione con 500 firme raccolte ai tempi quando la vecchia Amministrazione volle fare il parcheggio sotterraneo della Stazione? Sempre a far polemiche inutili, comportamento tipico dei comunisti!

lanonimo ha detto...

Non ricordo di averci giacato a pallone, può essere. Ricordo quando sostavano il circo e le giostre. Allora era uno spazio polifunzionale!
Può essere stato un "peccato originale" aver reso l'area a destinazione esclusiva a parcheggio.