martedì 24 luglio 2007

Consiglio del 23-7: le commissioni, Bucciero vota con il centro-destra

Nel consiglio di ieri sono stati eletti i componenti di numerose commissioni. Dal punto di vista degli schieramenti la notizia è che Bucciero ha votato con la maggioranza, ottenendo poi in cambio l'elezione della sua candidata (Farina) nella commissione edilizia. L'altra osservazione è che Borgomanero Viva è sovrarappresentata nelle commissioni rispetto al risultato elettorale, grazie ad un atteggiamento disponibile da parte dei tre gruppi della ex maggioranza.

COMMISSIONE PER LA FORMAZIONE DEGLI ELENCHI DEI GIUDICI POPOLARI
eletti Mora (maggioranza) e Cornacchia (minoranza)
COMMISSIONE CONSULTIVA COMUNALE PER L'AGRICOLTURA E LE FORESTE
eletti Zapelloni (maggioranza) e Caione (minoranza)
COMMISSIONE EDILIZIA COMUNALE
eletti Elio Medina, Cesare Ruga, Gloria Pinato, Ugo Bartorelli, Pierfranco Vicario, Fabio Cerutti (maggioranza), M. Rosaria Farina, Carla Cerutti (minoranza), Franco Debernardi (esperto ambientale)
LASCITO "VINCENZO E CARLO TORNIELLI"
eletto Presidente Laterza, consiglieri: Filippo Mora, Cerutti Franco, Gianni Gensabella (maggioranza), Cornacchia (minoranza)
LASCITO "ROSEMARI E GIOVANNI PENNAGLIA"
eletti Croce, Facchin (maggioranza), Pastore, Caione (minoranza)
CONSULTA AMBIENTALE
Porcu (maggioranza), Cornacchia (minoranza)

Devo ringraziare il sindaco e l'ex sindaco che in occasione della votazione per il Lascito Tornielli hanno elogiato il lavoro mio e della commissione uscente (con una piccola gag quando la Tinivella ha chiamato "sindaco" il Pastore).

11 commenti:

Vendicatore Mascherato ha detto...

Disponibili una sega! (scusate il francesismo)
I "sovrarappresentati" (dove non conta nulla) vi hanno lasciato un posto in commissione edilizia, non lasciando sottorappresentato tutto l'elettorato di centro sinistra nella commissione più importante: sta a vedere che adesso quelli disponibili siete voi!
Serva loro di lezione, la prossima volta non vi dovrebbero lasciare nemmeno le lacrime per piangere...
Fra le file della sinistra si distingue comunque Lele Caione che propone Cornacchia al "suo" posto in commissione Ambiente: evidentemente c'è ancora qualcuno che merita giorno per giorno il rispetto che si è guadagnato in questi mesi.

Giuseppe Volta ha detto...

Ci sono 8 consiglieri di minoranza in consiglio comunale, il numero di consiglieri ottenuto dalle diverse liste è proporzionale al numero di voti:
3 Margherita, 2 DS, 1 ciascuno per Unire la città , Bucciero e Borgomanero Viva.

Nel consiglio del 23 c'erano 8 "posizioni" riservate alla minoranza nelle varie commissioni.
Con questo risultato:

3 Borgomanero Viva
2 Margherita
2 DS
1 Bucciero
0 Unire la città

Questo per me vuol dire sovrarappresentato. B. Viva è la lista che ha preso meno voti, insieme a Bucciero, ed è quella più presente nelle commissioni. ti sembra poco? O sono stati abili nella trattativa oppure sono stati disponibili gli altri, perchè altrimenti con un voto è difficile monopolizzare il consiglio.

Quanto alla commissione edilizia, so che B. Viva ha preferito la commissione ambiente. Mi sembra una scelta coerente con il programma presentato, anche se mi spiace che non ci sia Lele Caione che, per la sua storia, poteva essere un candidato "naturale" a quel posto.

Federico Bozzato ha detto...

Che sofferenza!

Purtroppo il totocommissioni è uno di quei passaggi obbligati che gente come me, se potesse, scambierebbe con la possibilità di fare qualcosa di ancor più concreto per la città.

Sono importanti posizioni di controllo e vigilanza sul buon operato dell'amministrazione, quindi bisogna esserci, volenti o nolenti.

Per quanto riguarda il come ed il quanto ci siamo finiti dentro si era in bilico fra una mossa alla Bucciero (e fare davvero asso pigliatutto come suggeritoci poco sopra) e il cercare altre vie: personalmente avrei preferito un nostro rappresentante in edilizia lasciando libero il posto in consulta dell'ambiente, essendoci, come tu stesso sottolinei, un candidato "naturale" per quel posto, poi il gruppo a optato per l'attuale soluzione. Non penso di dire un'eresia calcolando che il peso della commissione edilizia sia dieci volte quello di tutte le nostre messe assieme.
C'è anche da dire che 0 a unire la città non mi è sembrato equo, ma questi sono panni che immagino laverete in casa vostra, e non mi impiccio (come invece qualcuno ha fatto con noi lunedì mattina... sai di cosa parlo...)
Comunque per tutti gli altri posti ci siamo inseriti dove gli altri hanno dichiarato "non interesse", occupando in effetti posizioni intriganti (lascito tornielli, vorrò da te qualche consiglio) o pro forma (giudici popolari).

Spero che si finisca presto di star lì a contarci i peli uno con l'altro e si cominci a ragionare nell'ottica "FACCIAMO QUALCOSA PER LA CITTA'?"
Buona notte

Giuseppe Volta ha detto...

Non lo so se la commissione edilizia vale 10 volte le altre, dipende cosa ti interessa. In realtà non ne so niente, mi sembra più una espressione della corporazione dei profesionisti che non un organo politico.
Di sicuro so che il c-sx ha chiesto a BViva se voleva proporre un nome per la commissione edilizia, quindi non è che ci fosse questo desiderio spasmodico di commissione edilizia che vi immaginate voi.

Comunque l'atteggiamento di disponibilità del centro sinistra non è solo una questione di numeri (tipo quelli che da il vendicatore) ma di modo di affrontare la questione, e questo credo lo possa confermare anche Mattia.

Federico Bozzato ha detto...

Commissione edilizia: il valore politico è nullo (è formata da tecnici) ma la mole di soldi che fa girare la rende indubbiamente un posto dove avere qualcuno di affidabile che controlli il corretto svolgimento di tutti i lavori.

Sul discorso disponibilità sono io il primo a volere che si vada tutti d'accordo, per il bene della città, tant'è che non mi formalizzo a collaborare con persone di entrambi gli schieramenti, a patto che queste siano oneste nei miei confronti. Generosità, convenienza, bontà d'animo, diplomazia: qualunque sia la fonte della disponibilità l'importante è essere sempre chiari e non nascondere i secondi fini (come hanno fatto altri che ci girano intorno)

Carlo Alberto Barbaglia ha detto...

Vedo con piacere che "l'ex maggioranza" ha cambiato radicalmente l'approccio verso Borgomanero Viva, dopo l'indifferenza del primo consiglio, hanno pensato di farla divenire "...sovrarappresentata..."
ancora sabato sera (21 luglio) in un incontro tenutosi a SPAZIOX, il consigliere G.Caione faceva sapere che: "... per la consulta dell'ambiente il rappresentante della minoranza sono io (G. Caione ndr) perchè ci siamo sentiti e abbiamo deciso cosi e sono io stop!!"
aggiungeva (in veste di esponente di Legambiente, supportato in ciò da altro qualificato esponente di partito) che avendo Legambiente diritto ad un membro nella Consulta cittadina x l'ambiente, prometteva di indicare un esponente di Borgomanero Viva purchè iscritto a Legambiente...

Ma cosa sarà successo in così poche ore per passare dal dictat "...l'ambiente sono io e stop...se volete partecipare alla consulta iscrivetevi al mio partito e stop !!" ad arrivare nientemeno alla stroncatura del vate secolare dell'ambiente cittadino??
Cosa sarà mai successo per affidare le istanze ambientali dell'intera minoranza all'amico Mattia che in tematiche ambientali correttamente ammette di essere poco afferrato?

Giuseppe Volta ha detto...

Prima di tutto un saluto all'ex consigliere Barbaglia che fa il suo primo(?) intervento sul blog.

Si, direi che rispetto al primo consiglio c'è più dialogo tra le tre liste della ex maggioranza e Borgomanero Viva e mi fa piacere. Ognuno mantiene la sua identità ma parlarsi di più è sicuramente positivo.

Quanto alla commissione ambiente, evidentemente B. Viva ha insistito per quel posto e Caione non ne ha fatto una questione d'onore visto che è stato lui stesso in consiglio a fare il nome di Mattia. Il quale, se ora si dichiara inesperto, si farà aiutare dagli altri della sua lista (e non solo da loro magari) e imparerà.

Un Giovane Di Borgomanero ha detto...

Vorrei esprimere il mio disappunto, nel vedere come Borgomanero Viva e il particolare Federico Bozzato che lo vedo prendere fianco insieme la Minoranza.
Ho saputo da fonti certe, che si sarebbe avuta la possibilità in fase di creazione della commissione edilizia, di farCi rappresentare per una volta da un giovane, ma questo non è stato per nulla preso in Considerazione. Con questo scritto voglio esprimere la mia + totale delusione, nel non vedermi rappresentato negli interessi dei giovani. Mi auguro che in futuro si scelga di prendere parte progetti ben più costruttivi insieme alla maggioranza (la quale può darci sicuramente, possibilità di crescere) e non ostinarci in una guerra in Alleanza con i perdenti...che non porterà nessun tipo di risultato. Vi porgo i migliori auguri, auspicando scelte ti maggiore autorevolezza.

Giuseppe Volta ha detto...

Mi sembra che la commissione edilizia sia un po' sopravvalutata (c'è un messaggio sugli stessi toni nel forum di B.Viva).
Non è lì che si decidono i destini della città: se, quanto e dove deve crescere. Non è lì che si imposta il Piano Regolatore e si prendono le decisioni importanti in materia urbanistica, tutte queste cose passano dal consiglio e prima eventualmente c'è la commissione urbanistica.
La C.E. è un organo consultivo composto dai professionisti della zona (ingegneri, architetti, geometri) insieme al funzionario comunale competente, un organismo tecnico più che politico.
Il gruppo di B.Viva ha ritenuto più interessante la commissione ambiente, non vedo niente di scandaloso in questo. Tra l'altro non è stata un'idea di Bozzato, come si può leggere dai messaggi sopra, quindi non capisco perchè l'anonimo "giovane di borgomanero" lo tiri in mezzo per farne a tutti i costi una questione "destra contro sinistra".

Un Giovane Di Borgomanero ha detto...

caro giuseppe volta mi fa specie la tua ingenuità relativa ai membri della commissione edilizia:come mai se la ritieni di poco conto la minoranza in consiglio comunale ha scelto (con molta insistenza una persona molto vicina all'ex sindaco (compagna di studio per interderci).

Giuseppe Volta ha detto...

Non ho mai fatto parte della commissione edilizia e in 5 anni da consigliere non ci ho avuto a che fare, per quel che ricordo, quindi può darsi che io mi sbagli, ma l'idea che mi sono fatto è questa.

La commissione edilizia è ambita dai professionisti del settore perchè riguarda il loro lavoro, esprime un parere sui progetti che i tecnici presentano. Per un professionista è interessante anche solo vedere da dentro come funziona. Poi è una espressione della categoria, quindi è anche un modo di mettersi in vista (tipo far parte del consiglio dell'ordine degli avvocati o dei commercialisti). Magari qualcuno ha anche interesse a enfatizzare questo fatto per attirare clienti e probabilmente funziona.

Ma dal punto di vista di una forza politica (e NON di un professionista) secondo me non è così significativa come molti sembrano pensare.