venerdì 18 maggio 2007

rischio rinvio per le elezioni?

Il TAR ha accolto il ricorso dell'UDC contro la Democrazia Cristiana che, al momento, sarebbe esclusa dalle elezioni.
La sentenza del TAR Piemonte a quanto pare è diversa da quelle emesse da diversi altri tribunali che hanno permesso a entrambe le liste di partecipare alle elezioni.
La Democrazia Cristiana quindi certamente farà ricorso al consiglio di stato, che potrebbe emettere rapidamente la sentenza, ma potrebbe anche decidere di rinviare le elezioni di una o due settimane.
Un bel pasticcio ... schede da rifare, le scuole hanno già programmato la chiusura, tutto il materiale propagandistico con date sbagliate ... mi chiedo a chi giovi tutto ciò

3 commenti:

Dottor azzeccagarbugli ha detto...

Mi pare di capire che il ricorso è stato presentato perché i simboli dell’UDC e della Democrazia Cristiana si confondono, ma questo capita soltanto a Borgomanero o noi di Borgo siamo più zucconi di altri, dei siciliani ad esempio? E' una domanda retorica perchè le due liste erano presenti alle recenti elezioni comunali siciliane ad Agrigento, Palermo ed altri comuni dove appoggiavano lo stesso candidato a sindaco e ad Alcamo, Caltagirone, San Cataldo ed altri comuni dove appoggiavano due candidati a sindaco contrapposti. Provate a collegarvi con il seguente sito: http://www.idec.regione.sicilia.it/ReportDatiLista.html

Giuseppe Volta ha detto...

Infatti questo lascia presagire che il ricorso della Democrazia Cristiana avrà successo e sarà riammessa. Nel migliore dei casi con un nulla di fatto, nel peggiore con un rinvio che danneggia tutti.

Dal momento che ci sono diversi precedenti in tal senso non capisco perchè l'UDC abbia fatto ricorso. Ma è un po' in tutto il centro destra che c'è una febbre di esposti e ricorsi. Continuo a pensare che sia sintomo di mancanza di argomenti migliori.

Dottor Azzeccagarbugli ha detto...

Non sarei così sicuro sull’accoglimento del ricorso che sicuramente la Democrazia Cristiana presenterà al CdS. Infatti l’anno scorso il TAR Piemonte per le comunali novaresi aveva ammesso la DC (esclusa dalla Commissione circondariale) e il Consiglio di Stato l’aveva nuovamente esclusa perché i simboli erano confondibili. Oggi il TAR Piemonte si è conformato alla decisione del CdS dell’anno scorso che quasi sicuramente non tornerà sui suoi passi.
Ma il vero problema è con questa giurisprudenza perché l’UDC non ha presentato ricorsi in tutta Italia? Non sarà che in Sicilia è comunque forte di suo (Cuffaro il presidente della Regione con la coppola è dell’UDC) mentre a Borgomanero vuole utilizzare il metodo elettorale di Berlusconi: è importante che si parli di me non importa per cosa (corna, bandane e serenate valgono come proposte politiche e programmi elettorali). Cosa non si farebbe per una colonna in cronaca locale …