lunedì 17 dicembre 2007

incontri degli amministratori nelle frazioni

Continuano gli incontri dell'Amministrazione nelle frazioni. Il calendario è il seguente: a Santa Croce il 18 dicembre in casa parrocchiale; a San Marco il 20 dicembre all'Auditorium. L'incontro coi frazionisti di Santo Stefano e Vergano, previsto per il 19, è stato rinviato all'inizio del prossimo anno a causa della concomitanza del Consiglio Comunale. Gli incontri cominceranno alle 21.
(dal sito del comune)

4 commenti:

gianni ha detto...

Onore al merito. Questa giunta, presentandosi nelle frazioni, ascoltando le proposte dei cittadini, mettendo in pubblico le proprie intenzioni, sta facendo, politicamente parlano, un gran bel lavoro... Almeno, per quanto riguarda le frazioni, gli incontri comportano un risvolto positivo ed un buon ritorno di immagine. Poco importa poi, se all’atto pratico i progetti e gli interventi sono già decisi e proseguiranno per la loro strada.
Uno dei buchi neri della passata amministrazione è stata proprio la riluttanza ad uscire da palazzo Tornielli.
Giovedì 20 dicembre, ore 21. La giunta incontra la popolazione di San Marco. Una ventina i partecipanti. Un breve saluto da parte del Sindaco (vi auguro Buon Natale, scusate, non posso fermarmi, ma vi lascio in buone mani…).
I tre assessori presenti, Bossi, Cerutti e Borgna, sono chiari nell’esporre le varie proposte e disponibili nell’ascoltare le richieste. Apprezzato in particolare l’assessore Borgna che illustra i molti servizi che Comune e Consorzio erogano e sono sconosciuti ai più.
Abbiamo sentito cose interessanti anche se mi è parso più lo sfogliare il libro dei sogni che non una serie di proposte reali, ma viva la buona volontà: riqualificazione del viale del cimitero; marciapiede tra via Montale e zona scuole; rotonda tra via Kennedy e via Gozzano (ma non era già a carico del costruendo centro commerciale?); realizzazione di vari rallentatori di velocità (tutti di fronte alla casa del vicino); acquisto di uno stabile da destinare ad ambulatorio medico, ufficio postale, sede per l’assistente sociale; pressioni su Trenitalia per velocizzazione del passaggio a livello (in attesa dei sottopassi previsti per il 2015 o subito dopo); asfaltatura ecologica (che vorrà dire?) di via San Michele; interventi presso ACQUE s.p.a per eliminare la puzza del depuratore; piste ciclabili a go-go; rivestitura con pietra a vista del nuovo muraglione sulla roggia (a proposito un bravissimo per averlo realizzato in quattro e quattrotto!!!), potenziamento dell’illuminazione del tratto iniziale di via Verdi; illuminazione del parcheggio con sistema fotovoltaico, ed altro ancora… Se davvero sono centomila gli euri disponibili ogni anno per gli interventi nelle frazioni, credo siano già ipotecati almeno fino al 2012. Mi dispiace per le altre frazioni.
Al di la delle proposte, mi ha particolarmente colpito l’atteggiamento sia della sala che degli assessori.
San Marco convive da anni con il problema del traffico pesante e con la puzza del depuratore. Su questi argomenti si è giocata la lunga campagna elettorale. Certamente quanti hanno partecipato ai pochi incontri avuti in frazione con la passata amministrazione ricorderanno il clima tesissimo, le battute, qualche volta sfociate in insulti ed allusioni pesanti, le considerazioni sul fatto che ”tanto siete tutti uguali…” oppure sulla insensibilità dimostrata verso i bambini che rischiavano di essere travolti dai tir che sfrecciavano in via P. Umberto o Via Simonotti o la mancanza di volontà di affrontare il problema del depuratore. Tutti argomenti diventati cavallo di battaglia di Bossi che non per nulla è risultato l’eletto con il maggior numero di voti (344 se ben ricordo e per la maggior parte raccolti in frazione).
E’ cambiata l’amministrazione con grande gioia dei frazionisti, ma i problemi sono rimasti gli stessi. Anzi, gli automezzi pesanti (che la passata amministrazione aveva in qualche modo fermato) hanno ripreso a transitare quasi regolarmente sul ponte dell’Agogna. Alla richiesta (fatta in modo molto garbato e non certo con i toni usati in precedenza) di intervenire su questo problema la risposta è stata più o meno “che volete farci, è così…” confidando che la tangenziale risolverà quasi tutti i problemi. Memorabili le pesantissime contestazioni sia in loco che in consiglio comunale che qualche anno fa hanno accompagnato la costruzione del marciapiede che porta al cimitero con intervento della forza pubblica per sgomberare via Principe Umberto dai contestatori. E’ vero che il marciapiede avrebbe potuto essere un poco più largo con buona pace di tutti. E’ pur vero che due mesi fa, per far transitare i prefabbricati per la tangenziale, è stato abbattuto proprio il muro che restringe il marciapiede. A ricostruzion avvenuta però, ci si è trovati con il marcipiede più stretto di 5 cm. Alla timida osservazione di una partecipante, la risposta dell’assessore competente: “lasciamo perdere, non avete idea di quanto ci sia costato quell’intervento”. E poi, all’annuncio di dotare la Polizia Urbana di telelaser e autovelox da piazzare in Via Montale e altrove oppure di alzare l’aliquota IRPEF nessun commento… Per il depuratore, che, democraticamente, puzza come con l’amministrazione di centro sinistra, stessa cosa. ” Ci saranno interventi da parte di Acque spa che renderanno l’acqua di fognatura potabile e sarà risolto il problema della puzza”. (Ricordate la foto delll’on. Nicolazzi, trent’anni fa, all’inaugurazione, che alzava al cielo il bicchiere di acqua depurata?). Per ora sia benvenuta la merda di pognobrigagargallosorisoauzatebugnategozzano che ingrasssa i cavedani e profuma la zona.
Buon anno

mithril ha detto...

Il resoconto di Gianni sull'incontro a SAn Marco mi pare ottimo. Purtroppo non son potuto andarci, ma immaginavo che più o meno sarebbe stato così (stessi problemi di sempre, toni molto più amichevoli con l'Amministrazione... ma guarda un po')... Vedremo col tempo se i toni idilliaci resteranno così (magari a San Marco, ma per il resto della città? mi ricordo le polemiche di qualche anno fa con un assessore di Santa Cristina che si faceva in quattro per la sua frazione, trascurando le altre.... Ma è bello vedere questi atteggiamenti da grandi politologi: quando le cose vengono fatte per casa propria "quello è uno che si da da fare, si impegna, è bravo..." se le fanno a casa del vicino ecco che allora "i soliti che si fanno solo gli affaracci propri... pensano solo alla loro parte..." hehehe

Comunque non sapevo che è già previsto il rivestimento del muraglione al mulino. Speriamo sia fatto presto e bene, questo allora annulla il mio post che cortesemente Volta ha pubblicato il 3 gen.

mithril ha detto...

Quanto agli autvelox.... bhe... vedremo le felici reazioni della gente quando cominceranno a fioccare le prime multe...

Oh issa ha detto...

Per le multe corre voce dal salumiere che i 100mila euro servano anche per pagare quelle inavvertitamente fatte ai frazionisti.