mercoledì 5 settembre 2007

Laterza e Croce escono da AN

I due consiglieri comunali eletti nella lista di Allenza Nazionale (nella foto tratta dal sito del Comune di Borgomanero) restituiscono la tessera, lasciano il partito ma continueranno ad appoggiare la maggioranza. Per il momento non hanno annunciato l'adesione ad altre formazioni. Di fatto AN si trova rappresentata in giunta dall'assessore Godio ma non è più presente in consiglio.
Una situazione simile si era creata nel precedente mandato sia per AN con l'uscita dal partito di Marchetti, sia per la Lega Nord con l'abbandono di Fornara e Barbaglia.

In caso di dimissioni dei due consiglieri i primi non eletti sarebbero Diego Vicario e Pietro Strigini, ma a quanto pare Laterza e Croce intendono restare in Consiglio.

Ci sono simpatizzanti di AN che leggono regolarmente il blog, aspettiamo commenti e aggiornamenti sulla situazione del partito, diteci la vostra!

Aggiornamento: sulla Prealpina di oggi i due consiglieri lamentano "sempre più frequenti condizionamenti politici" (da parte di chi?). Per quanto riguarda il consiglio a questo punto dovrebbero passare al gruppo misto oppure cambiare denominazione al gruppo di AN che in ogni caso scompare.

12 commenti:

Tesserato di AN ha detto...

Dopo De Bernardi, Marchetti, LA GESTIONE PROVINCIALE MANCUSO PERDE ALTRI 2 COMPONENTI! ora è la volta di Luigi Laterza e Marco Croce.
Da militante mi accorgo che da anni esistono seri problemi all'interno di AN e mi dispiace che altri 2 uomini, siano andati o se ne siano dovuti andare. Mi astengo di fare ulteriori commenti.

MANCUs per Sogno che lo voto ha detto...

Credo che i condizionamenti politici che vengono citati siano riferiti al Sig. On.Gianni Mancuso da alcuni nominato "Napoleone", per l'Egemonia Imperialista incontrastata dai metodi poco democratici e non costruttivi.
Si ricordano fra le sue più abili imprese, il Congresso Provinciale di An 2007 (dove avvenne il Miracolo della Moltiplicazione delle schede elettorali), contrapposta a lui vi era la corrente Bonipertiana (sua più acerrima nemica).
Da Roma non viene ancora comunicata la data di esilio del NAPOLEONE e della Sua Corte di arLECCHINI.

G-inetto ha detto...

Io sono il codinatore proviciale di An carisimo amico di UGO (Martinat) e pòso entrare in tuti i Circoli della Provincia a vigilare e preseziare. Credo sia una decisione giusta e dovutta quella presa dai 2 consiglieri. Per il resto non cè nulla chessi voia far trappelare.

Anonimo ha detto...

Dopo la buona riuscita delle elezioni si sperava in una buona gestione del circolo di Borgomanero ma forse così non può essere...ai dirigenti vorrei ricordare di pensare prima che alle loro beghe personali al bene di Alleanza Nazionale..sicuramente il potere logora chi non ce l'ha!

LATERZIANO ha detto...

Lascio giudicare all'opinione pubblica, ai sostenitori di AN, e a quelli dei 2 consiglieri: se le dimissioni siano decisione giusta.
Qualcuno ha colpito nel segno individuando il responsabile che ha portato condizionamenti e pressioni, che non rispettano nè le volontà elettorali, nè rendono merito al partito stesso.
In tutta Italia da Bolzano a Siracusa, ad ogni elezione Comunale che si rispetti il primo partito(che ha preso più voti) spetta il Sindaco, al Secondo il Vicesindaco, al Terzo la Presidenza del Consiglio Comunale. A prendere queste decisioni per il partito sono i Referenti Provinciali, ed è normale che si debba pensare a portare a casa, le cariche di Maggior importanza.
Ora se ha Borgomanero, il Terzo partito è stato AN, come mai il Referente Provinciale non ha dato a LUIGI LATERZA (come giustamente meritato)la carica di Presidente del Consiglio?
Piuttosto che darlo a Lui nell'interesse del Partito a preferito concederlo alla LEGA NORD (4°classificato).
Ricordo inoltre che ha Borgomanero è la prima volta che AN supera la LEGA, questo perchè tutti ci siamo concetrati per ottenerlo.
Forse Novara ha paura del 2°comune della Provincia? Non lo sò! Cmq la dignità di un Uomo la si vede...quando si hanno le palle di reagire...Dicendo io non ci stò a Tutto Questo!

Giuseppe Volta ha detto...

Ringrazio tutti per i commenti che ci aiutano a capire la situazione. A quanto pare i due consiglieri sono in rotta con l'on. Mancuso di cui lamentano troppe interferenze con la loro attività di consiglieri. Inoltre Mancuso pensa che AN abbia preso i voti grazie al simbolo (o per merito suo?) mentre i due consiglieri pensano di avere preso voti per meriti propri. Di qui una diversa visione sul livello di autonomia che i consiglieri dovrebero avere.
Resta ancora da capire la posizione dell'assessore Godio, e anche quali siano nel merito i punti di attrito tra Laterza/Croce e Mancuso, questo non sono riuscito a decifrarlo dal politichese stretto in cui è scritto il comunicato (come peraltro quasi tutti i comunicati di questo tipo).

canesciolto ha detto...

In effetti leggendo quanto scritto da "LATERZIANO" e se effettivamente è quella la reale motivazione dell'uscita dei due consiglieri comunali dal gruppo di AN...non si può dire che Croce e Laterza non abbiano delle motivazioni sufficienti.
E' del tutto evidente che Alleanza Nazionale ha preso più voti della Lega Nord; numericamente il numero dei Consiglieri Comunali eletti di AN, ammontano esattamente al DOPPIO rispetto a quelli della Lega Nord...ciò nonostante la Lega ha ottenuto la Presidenza del Consiglio Comunale oltre ad un Assessorato più prestigioso rispetto a quello assegnato ad AN.
Aggiungiamoci il fatto che si è addirittura ipotizzato l'avvicendamento a metà legislatura nel ruolo di Vicesindaco tra Cerutti e l'attuale Assessore leghista...
appare del tutto evidente la sproporzione tra quanto ottenuto dalla Lega Nord rispetto a quanto ottenuto da AN.
Se realmente la responsabilità di questa sproporzione è dovuta ad accordi politici intercorsi tra l'on. Mancuso e la Lega Nord...non si può dire che lo stesso faccia gli interessi di Alleanza Nazionale e dei suoi elettori. Attendiamo di conoscere più dettagliatamente i motivi del gesto di protesta. Appare doveroso che i due consiglieri rendano ufficialmente edotti i cittadini sulle ragioni della loro scelta.

Anonimo ha detto...

Che tramvata nelle palle! Nel merito della questione non entro, giusto o meno, il gesto dei due consiglieri suscita in chi AN ha votato, un moto di disgusto totale per la politica dei partiti da cui AN appunto sembrava immune, la speranza, remota alquanto é che nella gestione del partito a livello locale ci sia una grande, pesante e definitiva (mi fa quasi male dirlo) rifondazione...

Anonimo ha detto...

Che tramvata nelle palle! Nel merito della questione non entro, giusto o meno, il gesto dei due consiglieri suscita in chi AN ha votato, un moto di disgusto totale per la politica dei partiti da cui AN appunto sembrava immune, la speranza, remota alquanto é che nella gestione del partito a livello locale ci sia una grande, pesante e definitiva (mi fa quasi male dirlo) rifondazione...

Anonimo ha detto...

E ora ci si aspetta un commento magari dalle alte sfere,ma si sa il politichese non è di facile comprensione o forse Borgomanero non merita un commento? Ormai delle beghe tra Mancuso e Boniperti ne abbiamo tutti le scatole piene. Tra l'altro l'attrito tra di loro è veramente una "cazzata", nel senso letterale del termine!!

Confuso ha detto...

Io, per la verità, non è che ci ho capito molto (ci vorrebbe Gotto a spiegarci quello che è successo!).
Ma i due consiglieri non si sono accorti un po’ tardi che nella divisione dei posti AN era stata penalizzata?
Laterziano che è uno abbastanza introdotto ci dice che la Giunta di Borgomanero è stata decisa a livello provinciale dove quello “smidollato” di Mancuso non è stato capace di ottenere la presidenza del consiglio comunale per A.N. mentre la Lega, a seguito di questi accordi provinciali, è nettamente sovrarappresentata rispetto al suo risultato elettorale. Ma il consigliere con le palle ci ha messo tre mesi per fare questi semplici calcoli? Non sarà successo qualcos’altro nel frattempo? Che so, qualche altro posto di sottogoverno assegnato alla Lega (Presidenza della Marazza per esempio)?

canesciolto ha detto...

Confuso quella che hai ipotizzato sarebbe una conferma ulteriore del ruolo egemone della lega Nord. Dalla lettura dei post precedenti tuttavia, mi pare di interpretare però che il reale motivo siano i condizionamenti arrivati dal coordinatore provinciale Mancuso. Qualcuno ha parlato di contrapposizione tra correnti all'interno di AN..congressi provinciali "truccati"... insomma appare evidente la diatriba interna al partito stesso. Senza alcuna cognizione di causa mi permetto di ipotizzare uno scenario secondo il quale l'onorevole Mancuso abbia calato le braghe a Borgomanero (il cui circolo di AN probabilmente è più orientato al consenso nei confronti della corrente "Bonipertana" a lui avversa)per poter aver maggiore "potere contrattuale" nei confronti degli altri alleati della coalizione, in altre zone della provincia più schierate dalla sua parte... una sorta di "baratto" finalizzato a penalizzare i suoi avversari interni al partito, favorendo invece i suoi sostenitori.
Ribadisco..è soltanto un ipotesi non suffragata da alcun elemento in mia conoscenza.