lunedì 10 settembre 2007

bandiere di partito sui carri della festa dell'uva



una novità di cui non sentivamo la mancanza.

20 commenti:

OrtaBlog ha detto...

Effettivamente, a mia memoria, non era mai accaduto. E' vero che la politica si fa anche 'per strada' ma almeno dalle feste di piazza la lascerei fuori.

canesciolto ha detto...

E' un gesto disgustoso e un pericoloso precedente che speriamo non succeda mai più.
Sarebbe opportuno che i principali esponenti politici cittadini manifestino il proprio dissenso all'unanimità.

Vendicatore Mascherato ha detto...

Pietoso...

docet ha detto...

Sicuramente è stato irrispettoso e diseducativo presentare un simbolo politico ad una festa popolare, oltretutto di portata provinciale.
Non ci si deve servire di tali spazi per la propaganda politica.
Credo che amministrazione comunale e giuria avrebbe dovuto vietare la sfilata a quel carro ed addirittura imporgli una tassazione per il gesto villano!!!

Anonimo ha detto...

Non credo sia il caso di fare tutta questa POLEMICA non è possibile invece guardarla come un simbolo celtico delle nostre zone/montagne o un onore alla Miss presente in giuria?
Credo che di cose più importanti sulle quali soffermarsi in Italia ce ne siano parecchie.. parliamo di INDULTO?.. perchè bisogna sempre pensare che tutte le cose hanno finalità politiche? a volte c'è molta più semplicità di quello che gli altri vedono

Giuseppe Volta ha detto...

se vuoi arrampicarti sugli specchi devi usare delle ventose più potenti, queste non funzionano

OrtaBlog ha detto...

Cosa c'entrerebbe mai l'indulto con una sagra paesana? Preso poi un argomento X ce n'è sempre uno più importante di cui si potrebbe parlare. Non ho problemi a vedere il logo di un'azienda che ha contribuito economicamente alla manifestazione ma una bandiera politica, di qualsiasi colore sia, la trovo fuoriluogo.

Anonimo ha detto...

...obiettivamente mi sembra che si stia facendo come sempre in Italia e sopratutto quando si parla di politica "MOLTO RUMORE PER NULLA". Io non ci vedo nulla di male nell'usare un simbolo politico in una sfilata...Vogliamo forse parlare delle bandiere che si vedono sui palchi dei vari concerti tipo I° MAGGIO a Roma?

canesciolto ha detto...

Anonimo ma non ti vergogni proprio a scrivere simili cose?? Spero che tu stia scherzando!...davvero ti piacerebbe una festa dell'uva in cui si sfoggi la bandiera padana che in realtà è un simbolo celtico...con il garofano socialista, la rosa nel pugno, l'ulivo, la margherita e la quercia che non sono simboli politici, bensì simboli botanici, la falce e martello simbolo del lavoro umano, la bandiera di Forza Italia simbolo della nazionale di calcio italiana...ah dimenticavo.. anche la svastica è un simbolo celtico...così come la croce celtica... gradiresti proprio tanto una festa dell'uva così...ricca di "simboli"?
Spero che nel prossimo Consiglio Comunale ogni Capogruppo esterni pubblicamente la condanna di qualsiasi "intrusione" politica all'interno della festa dell'uva.
Giuseppe complimenti per la tua diplomazia... io non ce l'ho questa tua dote di fronte ad affermazioni che mi indignano.

Anonimo ha detto...

C'E' UN DETTO CHE DICE L'ATTACCO è LA MIGLIORE DIFESA ... E TRA NOI CHI HA ATTACCATO NON SONO IO.. DAVVERO APRITE GLI OCCHI E VI RENDERETE CONTO CHE GLI ITALIANI SI ALLONTANANO DALLA POLITICA.. PENSA CHE DOVREBBE ESSERE IL CONTRARIO... COMUNQUE ERA SOLO UN CONSIGLIO SU UN ALTRO PUNTO DI VISTA PER VALUTARE LE COSE .. NON HO BISOGNO DI USARE VENTOSE NON MI VIENE IN TASCA PROPIO NIENTE... PERO' PER LO MENO HO CAPITO CHE QUA BISOGNA SOLO SCRIVERE OPINIONI A TUO FAVORE ALTRIMENTI SCATTA LA MALEDUCAZIONE ANCHE SU QUELLE IMPARZIALI

Giuseppe Volta ha detto...

anonimo non urlare, non ce n'è bisogno.
io pubblico i tuoi commenti anche se non coincidono con le mie opinioni.
naturalmente quello che tu scrivi può essere commentato e criticato, da me o da altri.
dire che ti arrampichi sugli specchi significa che secondo me i tuoi argomenti sono deboli, non è un insulto e non mi pare neppure maleducato.

canesciolto ha detto...

Anonimo, Giuseppe Volta si comporta in maniera irreprensibile... è molto corretto educato e tollerante.
Gli italiani si allontanano dalla politica??..una ragione in più per salvaguardare le feste di paese dalle ingerenze politiche...altrimenti come logica conseguenza finiremmo per allontanare gli italiani anche dalle feste di paese.

IO ha detto...

...A me non piacerebbe una festa dell'uva con simboli politici a go go...Dico solo che a me non piace vedere sventolare certi tipi di bandiere (sapete tutti a che partito politico appartengono)al concerto del primo maggio,che ormai è una delle manifestazioni più politicizzate che ci siano...fatta questa considerazione, a questo punto, dico solo che non mi sembra il caso di scandalizzarsi per una bandiera padana esposta su un carro visto che ogni volta che si accende la TV nelle varie piazze ci sono solo falci martelli e bandiere della pace!Rideteci sopra invece di discutere e alzare la voce!MAS

canesciolto ha detto...

Egregio Signor "io", seguirei volentieri il suo consiglio di riderci sopra se prima, a titolo di cortesia, mi spiegassi che cosa ci trovi di tanto divertente nell'esposizione di quella bandiera.
Condivido la tua osservazione sulle bandiere politiche al concerto del 1° maggio che trovo sensata..; le bandiere politiche ok..., ma la bandiera della pace che fastidio ti da? penso che quella possiamo sventolarla tutti, ovunque e sempre a prescindere dall'idea politica...o sbaglio?

Gotto ha detto...

E se tutto nascesse solo dall'equivoco di aver scambiato la sfilata dei Carri per quella dei Carrocci?

Anonimo ha detto...

si predica la PACE e piacerebbe davvero a tutti ma se ci guardiamo attorno pochissima gente la mette in pratica... subito è polemica per tutto ne abbiamo avuto la riprova in questa situazione.. se fosse stato così scandaloso da sanzione ed espulsione pensate che davvero non potevano farla togliere prima?... sarebbe davvero bello avere un'unica bandiera ... mi associo a Grillo (un grande) dicendo: sapete quanta gente in meno seduta e da pagare ci sarebbe?.. comunque teniamocela stretta la speranza della Pace perchè finita quella siamo davvero nella M.. condivido il pensiero di inserire nel regolamento della festa l'abolizione della politica.. ma IN TUTTI gli eventi dai concerti, alle manifestazioni, feste popolari, e perchè no anche nelle pubblicità.. W L'ITALIA E LA PACE

Anonimo ha detto...

Ad un attento osservatore che non ha fatto polemica a suo tempo e tanto meno la vuole fare adesso, risulta che già in passato ci sia stata una bandiera decisamente politica alla festa dell'uva... Mi domando se ci sia un regolamento per partecipare alla sfilata e se sia stato rispettato. Sottolineare la presenza della bandiera a mio avviso è stato come darle ancora più importanza sempre che ne avesse veramente in quel contesto.

Giuseppe Volta ha detto...

dicci qualcosa di più Anonimo (ma sei lo stesso dei commenti precedenti o un altro anonimo?) quando fu? quale partito? quale carro?

IO ha detto...

Egregio Signor "CANE SCIOLTO", Le spiego cortesemente cosa c'e di divertente in tutta questa storia... La cosa divertente è che siete tutti qui a schiumare di rabbia e a mangiarvi il fegato per un gesto che altrimenti sarebbe passato del tutto inosservato.La notizia di questa discussione è comparsa addirittura sul quotidiano "LA STAMPA", (giornale peraltro FAZIOSO)!

Anonimo ha detto...

non sono lo stesso anonimo dei commenti prec. Ripeto che la polemica non l'ho fatta allora e nemmeno oggi intendo farne quindi nessuna indicazione. Forse questo evento e' precedente la memoria citata.