giovedì 21 febbraio 2008

3 mesi senza consiglio: lettera aperta di Lele Caione

ricevo da Lele Caione e pubblico.
il commento relativo al lungo periodo di tempo trascorso dall'ultimo consiglio comunale, che avevo rilasciato sul blog, l'ho trasformato in una lettera inviata lunedì scorso al Sindaco e al Presidente del Consiglio Comunale.
Ecco il testo integrale.
Il sottoscritto consigliere comunale Gabriele Caione intende evidenziare la scarsa considerazione in cui il Consiglio Comunale di Borgomanero è tenuto dall'attuale amministrazione di centro-destra. Gli elettori sono chiamati ad eleggere i propri rappresentanti in Consiglio Comunale e questo diviene l'emanazione diretta della volontà popolare e come tale è chiamato a svolgere un ruolo alto all'interno della vita politica e democratica di ogni comune. Come può, detto organo, svolgere questo importantissimo ruolo se non viene convocato frequentemente e con regolarità?
Un comune come Borgomanero, secondo per numero di abitanti nella provincia di Novara, non può permettere che il suo Consiglio venga convocato con una frequenza scarsa come quella attuale, ossia meno di una volta al mese.
L'atteggiamento che traspare all'attuale momentoè di una scarsa considerazione per il ruolo dell'Organo Consigliare, e quindi della volontà popolare.
Si riduce lo spazio istituzionale di discussione tra i rappresentanti dei cittadini, con grave danno della democrazia. L'opposizione politca poi, si ritrova gravemente danneggiata, in qunato privata di legittimi strumenti di confronto.
I Consiglieri non sono personaggi di "contorno", ma svolgono un ruolo fondamentale nella vita amministrativa, politica, sociale del Comune.
Propongo che si fissi un adeguato calendario istituzionale di convocazione per il Consiglio Comunale, con frequenza almeno mensile, in modo da soddisfare le esigenze primarie di una giusta vita democratica nel nostro Comune.

Come avrai visto è stato ripreso da alcuni giornali locali. Non voglio assolutamente polemizzare con valutazioni diverse dalla mia e commenti di altri.
Spero che il dibattito che si è creato, continui. I temi della democrazia e del rapporto con le Istituzioni sono la base del procedere civile.

Nell'articolo comparso su Corriere di Novara, involontariamente è stata tralasciata un parola che rischia di modificare il senso di una frase.
Ho quindi chiesto al giornale di correggere la svista, per il rispetto del ruolo del Consigliere e di tutti i miei colleghi.

Frase orginale: I Consiglieri non sono personaggi di "contorno", ma svolgono ...
Frase riportata: I Consiglieri sono personaggi di "contorno", ma svolgono ... (manca il "non")

Lele Caione

resto del the post

9 commenti:

Anonimo ha detto...

Il ritardo è davvero troppo grande, credo e spero che si tratti solo di un momento, ma come dice Caione, attraverso una calendarizzazione dei lavori, è meglio prevenire certe fasi di stanca, che rappresentano l'antitesi della democrazia.
Da osservatore terzo dei lavori di Consiglio una cosa però fatemela dire a tutti i Consiglieri, per assistere a certe discussioni oppure a certi odg, interpellanze o interrogazioni, del tutto strumentali e solo orientate alla pura polemica politica, pardon PARTITICA, vi assicuro che è meglio stare a casa, perchè non credo che si rappresentino così i cittadini ne tanto meno si fanno gli interessi della città.

Saluti Marco Foti

Anonimo ha detto...

Bisognerebbe far ripassare agli attuali amministratori il significato del concetto di democrazia e la sua storia.
Probabilmente non hanno idee su come risolvere i problemi della città...
Dopo aver preso in prestito e continuato le progettazioni della precedente amministrazione, è dura continuare...
Forse pensano di accontentarci con le iniziative del Marzo in rosa...

roberto faggiano ha detto...

Come risaputo il Consiglio comunale è "l'organo di indirizzo e di controllo politico-amministrativo del comune" perciò va da sè che un'amministrazione che non si sottopone al controllo per durate così lunghe o non fa niente, perciò non c'è nulla da controllare, o fa le cose senza confrontarsi con l'assemblea eletta e di fatto svuota una funzione primaria.
Il presidente del Consiglio comunale "ha autonomi poteri di direzione dei lavori e delle attività del Consiglio, nonché di convocazione del medesimo" pertanto se a Borgomanero il consiglio si riunisce ogni tre mesi allora i gruppi di opposizione chiedano le DIMISSIONI dello stesso!!!
Il problema poi delle discussioni politiche che vengono fatte in aula è altra cosa e non sono affatto di secondaria importanza perchè la natura della composizione è giusto che venga esplicitata e resa pubblica poichè i cittadini DEVONO sapere l'indirizzo politico dei rappresentanti che hanno eletto...
Bravo Lele continua a battagliare, perchè denunciare serve e molto...
roberto faggiano - La Sinistra l'Arcobaleno

Anonimo ha detto...

Meno male che qualcuno si muove. Purtroppo è solo 'qualcuno': e il resto della sinistra e del PD? E gli altri consiglieri dell'opposizione? Non potevano firmarla anche loro? O non la condividono?
L'ammiratore di vecchia data di Gotto

Laterziano ha detto...

Dopo i monaci della Birmania, la regina di Gran Bretagna, la sagra della castagna, la fiera della lavagna, il gusto della lasagna, la durezza della papagna, il palo della cuccagna...riteniamo opportuno non far spendere ai cittadini di Borgomanero il gettone di presenza da attribuire ai consiglieri per parlare di caz..te poco interessanti per la cittadinanza. Argomento ha poca rilevanza.

GiraVolta ha detto...

Ma dov'è il PD a Borgomanero? Non ci risulta che in Consiglio Comunale sia ancora stato costituito il gruppo...sarà forse per dissensi interni?
Laterza e Croce saran stati troppo veloci..(ma hanno visto lungo), i Prodi seguaci sono in letargo, proprio come il loro leader.

Anonimo ha detto...

Cominciamo col dare la notizia (informale) che probabilmente il CONSIGLIO COMUNALE è stato convocato per il prossimo 25/02, in una sorta di sabato d-day (dalla mattina alla sera, sigh!).

Quindi, visto il mio stesso intervento, con il quale stigmatizzo l'ingiustificato ritardo nella convocazione, e visti pure i post anche un po' piccati, di chi si domanda - "ma altro a Caione, gli altri consiglieri non dicono nulla?" - mi sono preso la briga di rivolgere tale quesito all'amico Giacomo Bucciero, il quale mi risponde dicendo: "Benvenuti!" e mi manda copia del verbale di Consiglio del 16/06 che vi cito più o meno testualmente: "E vengo al dunque, io mi ricordo che il Sindaco, quando è stato Consigliere Comunale, non aveva più voglia di fare politica, nel senso che vedeva sminuito il suo ruolo di rappresentante dei cittadini. Allora l'invito che gli faccio e che estendo a tutti è che di Consigli Comunali se ne facciano di più e tanti, rispetto al passato, affinchè questa sala (sala di consiglio ndr) diventi veramente luogo di incontro aperto al dibattito ed alla democrazia. Se invece continueremo come in passatoa fare 5/10 consiglio al massimo, il ruolo di consigliere viene effettivamente a mancare. Noi tutti sappiamo che il Consigliere Comunale rappresenta il popolo, rappresenta la città, rappresenta gli elettori". Così parlò Bucciero.

Saluti Marco Foti
.

Anonimo ha detto...

Scusate l'evidente errore nella data, il Consiglio dovrebbe tenersi sabato 15/03.

Marco

Anonimo ha detto...

Veramente in Comune a Borgomanero non c'è ancora il PD? Ero convinto che i partiti si fossero già uniti.
Giuseppe, tu hai fatto molto per promuovere il PD nella nostra zona, puoi darci qualche spiegazione?